21 giugno 2015

Filled Under:

La portaerei da 13 miliardi di dollari

La USS Gerald Ford sarà varata a Febbraio 2016 e sarà una delle portarrei più grandi ed efficenti del mondo.

Le portaerei classe CVN-21, avranno ben 2 reattori nucleari a spingerle, potranno stare in un tempo idefinito in mare senza mai attraccare ad un porto ( a parte per caricare viveri, munizioni e carburante per aerei), riusciranno a fare fino a 200 missioni di volo al giorno.
Con un peso che supererà le 100 mila tonnellate, é lunga 327 metri.
In pratica è un miglioramento delle precedenti portaerei americane Classe Nimitz .
Nei prossimi anni, è prevista la costruzione di 10 di queste portaerei, uno strumento fondamentale di quello che ormai anche gli americani definiscono senza mezzi termini l'Impero Americano.

E' proprio tramite le portaerei di queste dimensioni che l'America può avvicinare i propri micidiali caccia per poi avere la superiorità aerea nella zona interessata, superiorità che è oggi necessaria per poter controllare un territorio.

Ormai la 2a guerra fredda, é in pieno svolgimento, e non é fatta solo di disinformazione su internet.

La portaerei da 13 miliardi di dollari
Sopra : le fasi della costruzione della portaerei USS Gerald Ford

0 commenti:

Posta un commento

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.

Scienza Italia é un Blog che ha come obiettivo quello di portare alla conoscenza di tutti, argomenti scientifici di difficile comprensione per chi non ha avuto una preparazione scientifica nella propria vita.

Tutti i contenuti di http://science.prezzon1.com/ possono essere utilizzati da altre testate o siti internet, giornali o televisioni a patto di citare sempre http://science.prezzon1.com/
come fonte inserendo obbligatoriamente un link o collegamento visibile a http://science.prezzon1.com/ oppure direttamente alla pagina dell'articolo citato.
In ogni caso, tutti i permessi relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a
http://sci-i.blogspot.com .
Scienza Italia
controlla e verifica la qualità dei siti a cui mettiamo i link, ma resta il fatto che Noi non siamo responsabili dei contenuti dei siti in collegamento della qualità o correttezza dei dati forniti da terzi.

Si riserva pertanto la facoltà di rimuovere informazioni ritenute offensive o contrarie al buon costume.